XXX SAGRA del CARCIOFO a SAMASSI

 

19 Marzo 2017 – Location, “Mercato Civico” di Samassi – Evento: XXX Sagra del Carciofo

Ci ritroviamo anche quest’anno a Samassi per partecipare alla giornata conclusiva della sagra che prevede uno spettacolare “Show Cooking” ad “otto mani” nel quale 4 giovani Chef sardi, facenti parte dell’Associazione LABOCUCI, presentano il loro piatto a tema “CARCIOFO”.

Quattro Chef per quattro piatti strepitosi, ai quali il Sommelier Fisar, Willy Pusceddu, ha abbinato altrettanti vini dell’eccellenza “made in Sardegna”.

Io, per il terzo anno, mi trovo con immensa gioia, a sedere alla “giuria tecnica” che ha il piacere di assaggiare i piatti preparati e degustare i vini in abbinamento! Con me quest’anno ci sono l’influencer Michele Cabras, ideatore di “Una notte da Chef” e la giornalista di Videolina, conduttrice di “Oggi al Mercato”, Alessandra Addari. Il tutto presentato magistralmente dalla fantastica Alessandra Guigoni!!

Come già accennato gli Chef ai fornelli sono quattro e a rompere il ghiaccio è Davide Bonu con il suo “SPAGHETTO CARCIOFI e BOTTARGA con le MANI”..Cioè, vi chiederete??!!! Certo, il classico spaghetto “carciofi&bottarga” lo conosciamo tutti, ma chi li ha mai mangiati con le mani?!!! Davide è riuscito a realizzare una versione “street food” del piatto, da poter gustare anche camminando!! Un carciofo prima sbollentato che va immerso in una pastella preparata con acqua, pasta e uova di muggine, il tutto frullato. Si frigge poi il carciofo che si accompagna ad una crema di patate emulsionata con la bottarga, a profumare il tutto finocchietto e scorza di limoni bio. Il carciofo si presenta morbidissimo, la pastella croccante e saporita e la crema di patate da gusto delicato ma deciso a completare il piatto! In abbinamento abbiamo gustato il Vermentino PERDARIO, da vendemmia tardiva, della Cantina ARU del territorio del Sulcis-Iglesiente.

Il secondo Chef che è salito in pedana è Alberto Iacoboni, Chef dell’Hotel “Is Morus Relais” e ci ha preparato “GNOCCHI di CARCIOFO, RICCI ed ERBE AMARE”. Gnocco realizzato con carciofi, 20% di patate e poca farina, così da conferirgli morbidezza e leggerezza. Dopo aver sbollentato gli gnocchi lo Chef li ha serviti su in tris di gel preparati con le erbe aromatiche, borragine, malva e finocchietto. Ha aggiunto i ricci al naturale e ha decorato con polveri delle stesse erbe utilizzate per i gel e con fiori e foglie di nasturzio. Un piatto elaborato, con tante preparazioni, molto colorato e davvero saporito. La dolcezza dello gnocco viene ben bilanciata dal gusto dei ricci e dall’amaro (perfettamente equilibrato) delle erbette. Il vino in abbinamento è un Cannonau, vinificato in bianco, il PANTUMAS, prodotto dalla Cantina LILLIU di Ussaramanna.

Riccardo Porceddu, terzo Chef a cucinare, ci ha presentato un “FINTO RISOTTO di PATATE, con BOTTARGA, ANIMELLE d’AGNELLO e CARCIOFO BRUCIATO”. Riccardo ha realizzato partendo dalle patate crude, dei piccolissimi pezzetti, simili ad un chicco di riso, che ha poi cotto come appunto un risotto. Fondo di scalogno in padella, “chicchi” di patata e un battuto di carciofi. A parte ha rosolato le animelle e altri carciofi tagliati finemente. Ha terminato la cottura di animelle e carciofi col cannello così da conferirgli un gusto “leggermente affumicato”. Ha impiattato il “finto risotto” con sopra le animelle, i carciofi croccanti, lamelle di bottarga e fiori eduli. Animelle, bottarga e carciofi, un abbinamento davvero vincente!! Aver sostituito il riso con le patate ha reso il piatto meno “pesante” e l’affumicatura data dal cannello è stata più che azzeccata. Abbiamo degustato un Cannonau, non barriccato, il SOI, della cantina di Nuragus AGRICOLA SOI.

Dulcis in fundo è arrivato il momento dello Chef  “di casa”, Alberto Sanna, Chef de “Il Campidano”. Alberto ha realizzato un “CARCIOFO IN CINQUE CONSISTENZE” giocando, sul piatto, con morbidezza e croccantezza e trasformando sapientemente l’ortaggio protagonista della Sagra! Sul piatto avevamo un quadrotto di polenta realizzata però col grano e coi carciofi, una spugna al carciofo, spuma di carciofi e pecorino, gambi di carciofo fritti e baby carciofi scottati in padella. A decorazione fiori di borragine, prezzemolo riccio, acetosella. Anche Alberto ha realizzato un piatto molto tecnico e con tante preparazioni, dal gusto ricercato. La forte presenza del carciofo è stata ben bilanciata, soprattutto dalla spuma nella quale è presente il pecorino che ha dato “carattere” al piatto. Ottimi anche i gambi di carciofo fritti, pur essendo, diciamo, una parte di “scarto” Alberto ha saputo valorizzarli e trasformarli in una componente fondamentale del piatto grazie alla loro croccantezza. Il vino in abbinamento è un Vermentino, SACAVA, della Cantina SA DEFENZA, del comune di Donori.

Ogni anno partecipare a questa Sagra mi emoziona perchè vedo realmente la passione e l’impegno che viene messo per realizzare il tutto al meglio!! Quest’anno a Samassi si son davvero superati regalandoci più di due ore di “vera cucina” con quattro Chef straordinari!

Auguro a tutti gli organizzatori di avere sempre questa passione e di poter fare sempre meglio!! 

Grazie per avermi invitato anche quest’anno e speriamo di rivederci il prossimo!!

Francesca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *